Skip links
isola di Linosa Sicilia

L’ISOLA DI LINOSA, LA SELVAGGIA

Linosa è un’isola della Sicilia che, insieme a Lampedusa, forma parte dell’Arcipelago delle Pelagie, il più meridionale d’Italia. 

Chiamate in antichità Pelagies (dal greco antico πέλαγος pèlagos, che significa “mare aperto”), fanno parte, dal punto di vista amministrativo, del comune di Lampedusa e Linosa.

Questo si trova in provincia di Agrigento e racchiude anche l’isola di Lampione, l’isola dei Conigli (una delle spiagge più belle d’Italia si trova qui!) e lo scoglio del Sacramento, non abitati.

L’isola di Linosa, meno famosa di Lampedusa, ha un’origine vulcanica, è di forma circolare e vanta ben 11 km di litorale sabbioso.

Per raggiungerla: in estate ci sono collegamenti quotidiani via mare con Porto Empedocle e con Lampedusa, mediante traghetti e aliscafi. 

In vacanza sull’isola di Linosa: solo per veri wanderlust!

Non serve andare lontano per trovare mete dei sogni.

Sull’Isola di Linosa puoi scoprire un’oasi di tranquillità e natura selvaggia, per lo più incontaminata.

È perfetta per chi cerca una vacanza estiva lontano dalle folle, tra scogliere alte e fondali da esplorare con immersioni e snorkeling. Magari, immergendosi per visitare le navi naufragate qui nei secoli e tutt’oggi nascoste nel mare.  

isola di Linosa pellaie della Sicilia come arrivare dove dormire

Cosa vedere e cosa fare sull’isola di Linosa?

L‘isola di Linosa, in Sicilia, offre moltissime possibilità.

Panorami da sogno, dove le tonalità scure del terreno di origine vulcanica si scontrano con l’azzurro del mare e con i mille colori delle casette isolane.

Tra le cose da fare e da vedere a Linosa troviamo:

  1. Esplorarne la natura ancora selvaggia. Sia il territorio che il mare intorno all’isola di Linosa sono protetti grazie alla creazione della Riserva Naturale Isola di Linosa e Lampione, che è parte anche del territorio dell’Area marina protetta delle Isole Pelagie.
  2. Visitare i Faraglioni: infatti, questi nascondono una piscina naturale. Tramite un cunicolo, questa si connette al mare aperto, un percorso però fattibile solo se si è sub esperti.
  3. Arrivare fino a Punta Beppe Tuccio, un minuscolo promontorio che congiunge alcuni isolotti, dando vita a una laguna. 
  4. Fare immersioni subacquee (o almeno prendere qualche lezione): magari grazie all’assistenza (o alle lezioni!) di uno dei molti diving club del posto!
  5. Cercare di avvistare un esemplare di tartaruga Caretta Caretta: questa misura alla nascita solamente 5 cm, ma arriva anche a 140 cm da adulta, con massa che oscilla tra i 100 ed i 160 kg! Sull’isola di Linosa si trova il centro Hydrosphera. Questo si occupa di sorvegliare gli animali e proteggerne le uova.
  6. Fare birdwatching: questa isola, proprio come Lampedusa, è piena di volatili che sfruttano la sua posizione privilegiata per riposarsi nei viaggi da e per il continente africano, ma anche come area di riproduzione. Gli uccelli più tipici sono le Berte.

Ma non solo…

Una delle attività più belle da fare sull’isola di Linosa è sicuramente prendere il sole e fare il bagno…

sicilia barca

Le spiagge più belle locali sono:

  • Cala Pozzolana di Pontente, di sabbia nera vulcanica;
  • Spiaggia di Sechitella;
  • Cala Pozzolana di Levante;
  • Le Piscine;
  • Punta Beppe Tuccio;

Dove dormire e come muoversi sull’isola di Linosa

Dimenticati ostelli e resort sull’isola di Linosa.

Per poter dormire in loco dovrai affittare una abitazione, un Dammuso o un appartamento (qui ne trovi alcuni).

Invece, per poter esplorare l’isola, puoi noleggiare uno scooter direttamente al tuo arrivo.

Non mancano bar e ristoranti, anche se la maggior parte sono aperti solo in estate. Qui trovi alcune ricette tipiche di Linosa.


Sai quali sono i souvenir tipici dell’isola di Linosa? Capperi e lenticchie, prodotti tipici coltivati sul suo terreno vulcanico, insieme ad agrumi, fichi d’india e molta altra frutta!